#LIFESTYLE, Scienza

Il calabrone killer colpisce l’Italia

“Calabrone Killer”: così viene chiamata la Vespa velutina o “Calabrone asiatico”. Si tratta di un imenottero originario del Sud est asiatico che ha causato la morte di ben 6 persone in Francia. Per fortuna, in Italia non ci sono ancora state vittime ma vari casi di punture sono stati registrati, tra cui l’ultimo una decina di giorni fa a Civitanova Marche, in provincia di Macerata.

Nella Cina del sud, precisamente nella provincia dello Shanxi, scatta l’emergenza ogni autunno: nel 2013 ad esempio in pochi giorni furono registrati 28 decessi causati da svariati attacchi di calabroni killer. In Europa ne viene segnalata la presenza per la prima volta nel 2004 in Francia; da lì si diffonde rapidamente in Spagna, Portogallo, Belgio e, infine, in Italia. Nel 2014 la prima vittima: un agricoltore francese viene attaccato e ucciso da uno sciame. La caratteristica principale che distingue la Vespa Velutina dalle sue cugine nostrane è l’aggressività. Non è questo però l’unico effetto preoccupante…

vespe-killer4

Il calabrone asiatico infatti attacca e si nutre di api. Alessandra Ripari, segretaria del consorzio apistico provinciale, durante un’intervista a Il Resto del Carlino dichiara: “il pericolo per le api è altissimo, dal momento che la vespa velutina le mangia, sbucciandole quando sono ancora vive. Dopo averle catturate, le spezza e poi toglie la parte esterna per cibarsi dei muscoli del torace”. Il calabrone killer quindi, non solo è un pericolo per noi, ma mette a repentaglio l’ecosistema: attacca e uccide le api rischiando di causarne l’estinzione.

Quali sono le zone italiane colpite? Come puoi RICONOSCERLE ma, soprattutto, come puoi DIFENDERTI?  >>  Prosegui nella lettura!  >>

Pagina 1 di 3

You Might Also Like