Scienza

Non diresti mai che queste diffusissime abitudini portano alla depressione

La depressione è la malattia del XXI° secolo, sempre più diffusa nella società dei consumi.

Schermata 2014-11-06 alle 15.06.52

Spesso può essere causata da fattori esterni come la perdita di una persona cara, una malattia, un amore non corrisposto o la perdita del posto di lavoro. Questi fattori, il più delle volte, non dipendono da noi e dalla nostra volontà, e di conseguenza sono praticamente impossibili da evitare.

Da recenti studi e ricerche sociali sono invece emersi comportamenti e abitudini, i quali, se facenti parte della nostra routine quotidiana, aumentano notevolmente le possibilità di cadere in depressione.

 1) Fare tutto in “multitasking”

article-2474991-18F526AB00000578-563_634x432

È una delle abitudini più diffuse, e consiste nell’effettuare più azioni nello stesso momento. Comportamenti come mangiare davanti al computer/Tv o scorrere Facebook mentre si guarda un film possono caricarci di stress inconsciamente, e inoltre si finisce per non godersi più nessuna delle due attività che stavamo svolgendo.

Soluzione: cercate di concentrarvi su cosa state facendo, o cosa avete in programma di fare, senza farvi influenzare da stimoli esterni. Cercate di far valere questa regola sia per il lavoro/studio che per le attività dedicate al vostro piacere personale!

2) Assenza di esercizio fisico

Schermata 2014-11-06 alle 16.07.17

Allenarsi non giova solamente al fisico, ma anche alla psiche. Infatti, secondo un recente studio di JAMA Psychiatry, allenarsi tre volte a settimana diminuisce il rischio di cadere in depressione del 19%. Con un campione di 11 mila persone seguite giornalmente, i dati di questa ricerca vanno presi più che seriamente.

 Soluzione: in questo caso la soluzione è tanto facile quanto ovvia: uscite di casa e fate un po di movimento! Andare a correre, fare un giro in bici o una partita di calcetto con gli amici… Insomma, qualsiasi sport è buono per liberare la mente!

3) Non avere mai un momento per sé stessi

Schermata 2014-11-06 alle 16.35.43

Nella società odierna riuscire a ritagliarsi un momento per sé stessi è sempre più difficile. Tra la frenesia della vita lavorativa/studentesca e l’onnipresenza dei social e della Tv, spesso non si riesce a trovare un momento di meditazione e tranquillità. Questo può influire grandemente sul nostro stato d’animo.

Soluzione: non vi è una soluzione assoluta e imprescindibile, dipende tutto da voi! Può aiutare pianificare un “appuntamento” con sé stessi, una sorta di rituale per dare sfogo ai propri pensieri in completa calma e tranquillità.

4) Rimandare gli impegni

Schermata 2014-11-07 alle 09.44.03

Quante volte ci capita di rimandare un impegno importante? Molte volte accade perché non ne abbiamo voglia o troviamo il compito noioso. In questo caso dipende dalla pigrizia, con cui molte persone convivono tranquillamente, senza troppi sensi di colpa. Se invece quello che vi blocca è la paura di non farcela, prolungare e rimandare aumenterà esponenzialmente la vostra ansia, che se trascurata a lungo, può essere una delle principali cause della depressione.

Soluzione: la cosa più importante, e forse più difficile, è convincere se stessi a affrontare il problema a testa alta. Per fare questo può aiutare alleviare lo stress precedente all’impegno facendo sforzo fisico o ascoltando la musica, ma soprattuto bisogna cercare di adottare una diversa filosofia di vita.  (che vi spieghiamo nella numero 8)

5) Assenza di conversazione frequenti

Female Friends Having Lunch Together At The Mall

Non contando le discussioni su Facebook, le chat di gruppo di WhatsApp e i saluti di circostanza tra colleghi o compagni, può capitare di arrivare a fine giornata senza aver avuto una vera conversazione faccia a faccia con un amico o un familiare. Per quanto molti sottovalutino questo aspetto, è invece molto importante per la salute della nostra psiche.

Soluzione: pensate di meno ai Follower e ai Like e di più agli amici veri. Cogliete ogni occasione buona per fare conversazione, che sia con vostra madre, il vostro migliore amico o uno sconosciuto che vi sta simpatico; il vostro umore migliorerà senza neanche pensarci!

6) Non dormire abbastanza

Schermata 2014-11-07 alle 10.28.15

Dormire fa parte delle nostre funzioni vitali. Esso influisce su tutti gli aspetti della nostra esistenza, dal funzionamento del corpo al corretto svolgimento delle attività cerebrali ed emotive. Per questo è importante tenere in considerazione che per avere una vita felice ed equilibrata bisogna avere un sonno altrettanto equilibrato.

Soluzione: cercare le cause del disturbo del sonno, per provare a creare un ambiente più adatto. Se non si riesce, provate a trovare delle soluzione più adatte a voi su internet. Se il problema persiste è opportuno chiedere il parere di un medico.

7) Scattare molti Selfie e foto

Nell’era dei Social Network, documentare pubblicamente la propria vita a suon di “Selfie” e foto non è più una moda, ma uno stile di vita.

big_thumb_00e9

Sempre più persone sono a tutti gli effetti dipendenti dal proprio Smartphone, con il quale scattano foto di tutte le cose che ritengono “importanti” da condividere. Dal Selfie #NoMakeUp appena sveglie a quello con le amiche prima di uscire, dalla foto al piatto di Sushi a quello della birretta con gli amici, insomma ormai ogni occasione è buona per immortalarla e condividerla!

Tutto questo ci urta in diversi modi. Il primo è quello della dipendenza mentale dalle opinioni degli altri, cioè dai Like e commenti che si ricevono sui Social. Sempre di più ci si basa su cose assolutamente futili come l’apparenza e l’impressione che facciamo a agli altri, essendo quindi vulnerabili e condizionabili da un mondo virtuale, che in realtà non esiste.

L’altro effetto negativo è quello di ostacolare i ricordi dei momenti che contano davvero, finendo per non godersi appieno molti delle esperienze più belle della nostra vita. Questa non è solo un impressione comune, ma è stato provato da più studi scientifici. (Diedra L. Argilla, Psychological Scienze). Non solo, l’APA (American Psychiatric Association) considera ufficialmente i “Selfie” nella categoria “Mental Disorder”.

Soluzione: “Carpe Diem”, cogli l’attimo, goditi la vita e non pensare a come ti vedono gli altri o come vorresti apparire per gli altri: sono tutte cose futili. Costruisci la tua vita su basi solide come l’amicizia, la cultura,la famiglia, l’amore: ti accompagneranno per il resto della vita.

8)Prendere la vita troppo sul serio

Schermata 2014-11-07 alle 11.45.20

Trasformare un appuntamento, un esame o un piccolo incidente di percorso in una tragedia, da cui scaturiscono ansia e paranoie. Tantissime persone nel mondo tendono a prendere tutto troppo seriamente, senza pensare al fatto che viviamo una sola vita e dobbiamo godercela senza troppe ansie. Questo ci complica la vita più di quanto noi pensiamo.

Soluzione: Guardate quest’immagine e pensate all’immensità dell’universo, che importanza ha adesso la prossima verifica di matematica? Per vivere la vita felicemente basta smettere di preoccuparsi; più facile a dirsi che a farsi, direte voi. Nulla di più sbagliato invece. Prendere la vita alla leggera è solo uno stato mentale. Basta un input, una rivelazione, e vedrete tutto con occhi diversi.

Pagina 1 di 1

You Might Also Like