Attualità

Insalata in busta: attenzione può essere pericolosa

Quanti di noi hanno consumato l’insalata in busta, quelle che si trovano in tutti i supermercati?  Sono comode e non fanno perdere tempo e sono il modo più veloce per mangiare un’insalata in ufficio o magari la sera quando tornati stanchi a casa non abbiamo voglia di cucinare. Le scritte sulle buste ci assicurano che il prodotto contenuto può essere consumato direttamente senza essere prima lavato. Ma dobbiamo davvero crederci?

Un’esperta del settore, Joanna Blythman ha condotto una  recente ricerca sulle insalate pronte in busta e ha messo in guardia i consumatori.Da questi studi è emerso che l’insalata viene lasciata per ore in una soluzione di acqua e cloro, oltretutto per più ore del dovuto e quindi perderebbe il suo effetto igienizzante. Inoltre con questo sistema si disperdono le sostanze nutritive della verdura.

articolo

                                                                                                                                                                                   photo: www.foodpoisonjournal.com

Su 100 buste di insalata pronta si sono trovate elevate quantità di microrganismi di varia natura. Una carica microbica che in pochi giorni cresce in misura esponenziale. Ciò porta immediatamente a due tipi di conseguenze : un elevato ed aumentato rischio di intossicazione alimentare in presenza di microrganismi patogeni come l’Escherichia coli ed in secondo luogo un deperimento del prodotto in tempi troppo rapidi, in netto anticipo  rispetto alla data di scadenza indicata sulla confezione in 5-7 giorni.

Ciò dipende purtroppo anche dalla bassa qualità delle materie prime e dal cattivo funzionamento del metodo di conservazione.

Inoltre bisogna ricordare che alcuni tipi di batteri contenuti nei sacchetti sono assolutamente impossibili da eliminare.

Secondo Joanna Blythman, per assicurarsi che l’insalata sia realmente pulita, si dovrebbe lavare di nuovo il prodotto dopo averlo tolto dal sacchetto e soprattutto non acquistare prodotti già pronti, tagliati e lavati ma farseli da se!

 

Pagina 1 di 1

You Might Also Like