Spettacolo

Una lista dei 10 film cult per un San Valentino romantico

Inguaribili romantici? Amanti della vita di coppia? ecco a voi una lista dei migliori Cult romantici dell’ultimo secolo…

#10 LA BELLA E LA BESTIA

Belle è figlia di un eccentrico inventore, Maurice, e lei stessa sebbene considerata da tutti la ragazza più bella del villaggio, viene ritenuta un po’ eccentrica e dunque lasciata in disparte. Arriva il giorno in cui Gaston, un ragazzotto forte e da tutti per questo ammirato, la sceglie come sposa, ma lei rifiuta perché non vuole passare la vita con una persona arrogante e presuntuosa; lui però non demorde. Un giorno Maurice viene rapito dalla Bestia; Belle decide di offrire sé stessa alla creatura in cambio del vecchio padre perché possa tornare a casa (Continua).

2

 

Col passare dei giorni la ragazza fa amicizia con i personaggi che vivono nel castello della Bestia e riesce anche a migliorare gli atteggiamenti bruschi e schivi della creatura. Belle viene a sapere, consultando uno specchio magico, che il padre è malato e chiede alla Bestia di andare a trovarlo; quando arriva però scopre che in realtà Gaston vuole farlo richiudere in manicomio, a meno che lei non accetti di sposarlo. Disposta a tutto, Belle è costretta a svelare l’esistenza della Bestia; Gaston organizza subito una folla di persone per andare ad ucciderla. Proprio mentre Gaston sta per sferrare il colpo di grazia alla Bestia, compare Belle; vedendola la creatura si ribella ma viene comunque gravemente ferita. Mentre sta per morire, Belle le rivela il suo amore ed ecco che la bestia si trasforma in un principe; i due ragazzi si sposano coronando così i loro sogni.

(fonte)

#9  TITANIC

Ci troviamo nell’Oceano Atlantico:l’esploratore Brock Lovett (Bill Paxton) è alla ricerca di un prezioso diamante, il Cuore dell’oceano, gioiello dell’epoca di Luigi XVI, che si ritiene affondato con il transatlantico Titanic. Durante le ricerche la sua equipe rinviene un ritratto di donna con al collo il prezioso monile: è Rose Calvert (Gloria Stuart), una signora ormai ultracentenaria che gli racconta del suo viaggio a bordo del più grande transatlantico del mondo (Continua).

still-of-leonardo-dicaprio-and-kate-winslet-in-titanic-(1997)-large-picture

Si torna così al 10 aprile 1912, quando il Titanic salpa da Southampton (Inghilterra) per il suo viaggio inaugurale verso New York. La giovane Rose (Kate Winslet) è all’epoca un’infelice ragazza aristocratica che viaggia in prima classe con la dispotica madre Ruth Dewitt Bukater (Frances Fisher) e il fidanzato (che le è stato imposto) Caledon Hockley (Billy Zane). In un momento di crisi Rose tenta il suicidio, ma quando sta per gettarsi dalla poppa della nave viene  tratta in salvo da Jack Dawson (Leonardo DiCaprio), un giovane artista giramondo che viaggia in terza classe grazie ai biglietti vinti a una partita di poker. L’iniziale complicità tra i due arriva a sfociare  in una relazione clandestina. La loro storia però, oltre che osteggiata dal fidanzato ufficiale di lei, viene travolta dalla più grande tragedia navale di tutti i tempi: l’affondamento Titanic… (fonte)

#8 UFFICIALE GENTILUOMO

Zack Mayo (Gere) è un giovanotto di origini italo americane cresciuto con un padre marinaio, donnaiolo e ubriacone, nei porti di mezzo mondo. Per cambiare vita si iscrive al corso per piloti militari di jet (Continua).

00242

Zack Mayo (Gere) è un giovanotto di origini italo americane cresciuto con un padre marinaio, donnaiolo e ubriacone, nei porti di mezzo mondo. Per cambiare vita si iscrive al corso per piloti militari di jet. Qui, grazie anche alla cattiveria del suo istruttore (Gossett jr.) e alla rigidità della disciplina militare, avrà modo di dimostrare tutto il proprio carattere, anche se il suicidio di Sid, il suo migliore amico di corso, lo turberà. Per Zack arriverà l’amore, Paula (Winger), una ragazza povera, ma affettuosa. Educazione all’autorità (non inganno il finto ribellismo di Gere) e storia d’amore abbastanza spinta: il cocktail astutissimo funzionò lanciando attori e regista, ma anche il bravissimo caratterista Gosset jr. (che vinse l’Oscar). Oscar anche alla canzone “Up Where We Belong”.

(fonte)

#7 PONTI DI MADISON

Il film narra della storia d’amore tra Francesca (Meryl Streep), una casalinga quarantacinquenne di origini italiane, e Robert (Clint Eastwood), un fotografo cinquantaduenne. La storia viene narrata attraverso i tre diari della donna ed alcuni altri significativi oggetti, lasciati in eredità ai suoi due figli, ai quali decide di raccontare il tradimento compiuto verso il loro padre, affinché la possano conoscere e comprendere intimamente. Francesca e Robert si conoscono in un momento in cui la famiglia di lei è fuori città per alcuni giorni, e tra i due si crea subito una forte alchimia: dopo il primo giorno trascorso insieme, sembra quasi che non riescano a separarsi (Continua).

BridgesMadisonCo_212Pyxurz

Il quarto giorno Robert le chiede di lasciare tutto ed andare via con lui. Posta dinanzi alla scelta di dover lasciare la propria famiglia e una vita scontata e monotona per rifarsi una vita finalmente appagante con l’uomo che, per la prima volta, aveva saputo esaltarne interiorità e sensualità, lei, con grande tormento, riterrà di non potersi slegare dalla famiglia che in ogni caso ama e prende la straziante decisione di restare, lasciando andare così l’amore della sua vita. Solo dopo la morte del marito Richard, avvenuta quando ormai Francesca è anziana e quando lui le confessa di sapere di non essere stato in grado di renderla pienamente felice, pur avendola sempre tanto amata, Francesca decide di ricontattare Robert, ma scoprirà che lo stesso è deceduto: le perverrà uno scatolone con molti ricordi che Robert ha lasciato per lei unitamente ad un libro di fotografie intitolato “Four Days – Remembering”, a perenne memoria della loro meravigliosa quanto breve storia d’amore. Francesca si commuove, il loro sentimento è sempre stato vivo, anche nella lontananza forzata.

(fonte)

#6 PRETTY WOMAN

L’affascinante Edward Lewis, un affarista senza scrupoli e di grande successo, specialista nell’acquistare grosse società in dissesto, che poi rivende, dopo averle smembrate con forte guadagno, trovandosi a Hollywood per concludere uno di questi affari, per avere indicazioni di una strada di Beverly Hills accetta di far salire sulla sua automobile una simpatica prostituta, Vivian Ward. Edward, che è rimasto colpito dalla originale personalità e dalla bellezza della ragazza, la ingaggia per tutta la settimana che egli deve trascorrere a Hollywood, offrendole molto denaro. Lewis, troppo preso dagli affari, non ha mai tempo per i sentimenti, perciò ora è in crisi, perchè, separato già da tempo dalla moglie, ha appena rotto i rapporti con l’amante (Continua).

prettywoman(1)

Quando il suo avvocato e amico Philip, che collabora con lui per l’affare in corso, gli consiglia di condurre con sè una ragazza alla cena d’affari con l’anziano magnate James Morse, capo della grossa compagnia marittima che Lewis vuole acquistare, Edward invita Vivian ad accompagnarlo, dandole molti soldi per comprarsi gli abiti adatti. Vestita coi suoi indumenti volgari e impacciata, Vivian si trova a disagio in un negozio di lusso, da dove viene cacciata, ma per fortuna l’aiuta con simpatia il direttore dell’albergo, Thompson, che non solo la manda nella sartoria di una sua amica, ma le insegna anche come comportarsi a tavola. E la cena ha successo, anche se Morse non vorrebbe dividere la sua società e alla fine sarà esaudito. Intanto Edward e Vivian scoprono di star molto bene insieme, il loro rapporto si arricchisce e presto i due si amano…

(fonte)

#5 LA MIA AFRICA

Nel 1913, una giovane donna danese, Karen Dinesen, parte per il Kenya e sposa Bror Blixen (fratello del suo nobile quanto rozzo ex amante), il quale le ha prospettato la cosa come un affare conveniente per entrambi: lui ci guadagnerà i tanti soldi della famiglia di Karen; lei il titolo nobiliare di Bror e la propria ritrovata onorabilità, gravemente compromessa dall’amante nel paese natio (Continua).

8W2l0S65RxZQWeMAEKObYbCXuqI

In Africa, la nuova coppia acquista una fattoria, ma a mandarla avanti ed a tentare di dare un senso a quello strano matrimonio è solo Karen, e ben presto i due si separano. Karen si dedica anima e corpo alla sua fattoria, cercando nello stesso tempo, pur osteggiata dalla comunità bianca del posto, di fare qualcosa per gli indigeni. A sostenerla in questa sua fatica quotidiana è l’amore, ricambiato, per Denys Finch Hatton, da lei conosciuto molto tempo prima, un cacciatore innamorato dell’Africa e della natura.

(fonte)

#4 DIRTY DANCING

Nell’estate del 1963, la famiglia Houseman (composta da padre, madre e le due figlie) si reca in vacanza nelle Catskill Mountains, presso un villaggio turistico di proprietà dell’anziano Max Kellerman. La figlia minore e prediletta Frances “Baby” Houseman, di diciassette anni, aspira ad entrare al Mount Holyoke College per studiare economia con l’obiettivo di accedere al Peace Corps. Nel corso della sua vacanza Frances conosce Johnny Castle, il quale insieme a Penny Johnson, lavora come maestro di ballo per gli ospiti dell’Hotel. Baby rimane affascinata e travolta dai ritmi del ballo e comincia a frequentare Johnny (Continua).

cover1300

Nel frattempo Penny, una volta scoperto di essere rimasta incinta da Robbie, decide di abortire rischiando però la vita: è il padre di Baby a salvarla e guarirla. Baby, “costretta” a sostituire la nuova amica nel duo di mambo, si esibisce in un numero speciale. Successivamente Johnny viene accusato di furto dai gestori dell’albergo (in realtà a rubare i portafogli dei clienti è una coppia di vecchietti) e Baby, quando scopre il malinteso, confessa che Johnny non avrebbe potuto compiere il furto poiché in quel momento era in camera con lei. Johnny viene così ugualmente licenziato, dato che gli era severamente vietato avere relazioni con gli ospiti. L’ultimo giorno di vacanza della famiglia Houseman, Johnny, ormai sinceramente innamorato di Baby, ritorna nel villaggio turistico per rivederla, esibendosi in un ultimo scatenato mambo collettivo.

(fonte)

#3 SHAKESPEARE IN LOVE

A Londra, nell’estate del 1593, Will Shakesperare, giovane autore in forte ascesa nel vivace panorama teatrale della capitale, cade improvvisamente preda di un pericoloso blocco creativo. Non riesce più a trovare la fantasia per cominciare a scrivere un’opera di cui ha concepito finora solo il titolo: “Romeo e Ethel, la figlia del pirata”. Impresari e proprietari di teatri lo incalzano, ma lui subisce molto la contemporanea presenza del drammaturgo Christopher Marlowe, considerato il migliore di tutti. La fortuita conoscenza di una misteriosa ragazza gli dà di nuovo slancio e fiducia in se stesso. Scrive il testo che, con qualche suggerimento, viene a mano a mano modificandosi, e, allo stesso tempo, comincia a provarne la messa in scena (Continua).

shakespeareinlove1

A Londra, nell’estate del 1593, Will Shakesperare, giovane autore in forte ascesa nel vivace panorama teatrale della capitale, cade improvvisamente preda di un pericoloso blocco creativo. Non riesce più a trovare la fantasia per cominciare a scrivere un’opera di cui ha concepito finora solo il titolo: “Romeo e Ethel, la figlia del pirata”. Impresari e proprietari di teatri lo incalzano, ma lui subisce molto la contemporanea presenza del drammaturgo Christopher Marlowe, considerato il migliore di tutti. La fortuita conoscenza di una misteriosa ragazza gli dà di nuovo slancio e fiducia in se stesso. Scrive il testo che, con qualche suggerimento, viene a mano a mano modificandosi, e, allo stesso tempo, comincia a provarne la messa in scena. La convenzione dell’epoca proibisce alle donne di calcare il palcoscenico. Per il ruolo di Romeo si presenta un giovane, che dopo qualche incertezza, viene accettato. Sotto spoglie maschili, si tratta in realtà di lady Viola, figlia di una nobile famiglia con una grande passione per il teatro. Lady Viola non è altro che la ragazza di cui Will si è innamorato perdutamente. Will corteggia Viola sotto il balcone di casa, e infine sale, e, di nascosto, passano la notte insieme. Sono innamoratissimi, ma lei, per motivi di casata, è destinata a sposare l’insopportabile lord Essex. Mentre le prove vanno avanti, il falso attore viene scoperto e allontanato, il teatro chiuso. La messa in scena riprende in un altro spazio, ma, per la sera della prima, viene improvvisamente a mancare l’attore che interpreta Giulietta. Viola, che è tra il pubblico, scende e ne prende il posto. La commedia viene rappresentata, e il successo è grande. Ma la convenzione è ancora più forte. E nemmeno la regina, che pure ha capito la situazione, vuole spezzarla: Viola sposa Essex e lo segue nelle Americhe. Ma, prima di partire, lascia a Will l’ispirazione per una nuova, affascinante commedia.

(fonte)

#2 GHOST

Sam Wheat e Molly Jensen, due giovani innamorati e felici che vivono insieme a New York, hanno appena deciso di sposarsi, quando una notte, in una strada deserta, vengono affrontati da un rapinatore armato che uccide Sam. Molly è disperata e ignora che accanto a lei c’è sempre la costante e amorosa presenza del fantasma di Sam: non lo vede e non sente le sue parole (Continua).

ghost

Sam frattanto scopre presto con dolore che il suo assassino, il portoricano Willie Lopez, è stato appositamente pagato dal suo migliore amico e collega Carl Bruner per impedirgli di scoprire un intrigo da lui combinato insieme a dei mafiosi per riciclare il denaro sporco. Poiché Carl continua a cercare inutilmente di nascosto in casa di Sam un’agendina, che gli permetterebbe di usare il computer del morto e appropriarsi dei soldi, il fantasma comprende che la vita di Molly è in pericolo, e vuole proteggerla. Non potendo comunicare direttamente con lei, trova una medium di colore, Oda Mae Brown, che finora è stata solo una ciarlatana, ma che ha invece dei veri poteri paranormali, e che, dopo molta riluttanza, si decide ad aiutarlo.

(fonte)

#1 CASABLANCA

 L’affascinante Rick, avventuriero newyorkese, gestisce un locale a Casablanca. Siamo nel 1941 e la città sulla costa atlantica africana è meta di ogni tipo di umanità: spie, povera gente che vuole espatriare, eroi della resistenza, truffatori, trafficanti, giocatori di professione. Arriva al locale la bella Ilssa, insieme al marito Victor Lazlo, braccato dai nazisti. Rick aveva conosciuto la donna a Parigi un anno prima e fra i due c’era stata una breve, intensa storia d’amore. Quando si ritrovano scocca di nuovo la scintilla. Rick è in possesso di due preziosi lasciapassare e progetta di partire con la donna. Ma alla fine, all’aeroporto, Bogart fa in modo che a partire (e salvarsi) al posto suo sia Victor, prezioso per la lotta contro il nazismo. “Noi due siamo niente in questa immensa tragedia”, dice alla Bergman piangente (Continua).

Casablanca-Wallpaper-4

 Autentico mito del cinema, uno dei massimi, superiore forse agli effettivi meriti del film. Ma si sa, il cinema non è sempre così logico e allora ecco che il pubblico consegna alla leggenda una storia che inciampa più volte nel mélo, che presenta ricostruzioni d’ambiente del tutto improbabili, ma che, appunto, misteriosamente funziona. Nutrito nel tempo dal mito perenne di Bogart, dalle citazioni di Woody Allen, dalle continue riproposte televisive, il film resiste proprio in virtù delle sue “contaminazioni”. Grande merito va reso al gruppo straordinario di caratteristi, diventati manifesti perfetti e insostituibili nella rappresentazione di certi segnali: il grasso Sidney Greenstreet, l’ambiguo Claude Rains, l’angosciato Peter Lorre. E inoltre Paul Henreid, il più efficace “perseguitato” (per lo più dai nazisti) della storia del cinema. Il film ebbe l’Oscar assoluto del 1943 anche per le sue dichiarazioni contro il “nemico del mondo”, divenendo un manifesto della propaganda bellica. Numerose le sequenze memorabili: i presenti nel locale che cantano la Marseillaise davanti ai nazisti; il flash-back dell’amore parigino; la canzone As time goes by cantata da Dooley Wilson e la scena finale dell’aeroporto. Casablanca è uno dei film presenti e viventi nella comunicazione perenne: Bogart-Rick è stato continuamente usato dalla pubblicità diventando una sorta di manifesto dell’uomo vero.

(fonte)

Pagina 1 di 1

You Might Also Like