#VIRAL, Gallery

10 foto che vi faranno credere ai fantasmi

I fantasmi sono notoriamente timidi e non amano particolarmente farsi fotografare. Il più delle volte però, quando qualcuno sostiene di avere prove inconfutabili sull’esistenza di spiriti e presenze, si tratta di foto ritoccate con Photoshop, di trucchi fotografici oppure delle cosiddette “sfere“. Le sfere sono riflessi informi provocati dall’incontro tra una fonte di luce e un altro elemento che può essere una nuvola di polvere, un insetto oppure delle precipitazioni meteorologiche come gocce di pioggia o fiocchi di neve.

Tuttavia, esistono al mondo delle testimonianze reali e comprovate dell’esistenza dei fantasmi: ecco la Gallery di 10 foto che hanno superato l’esame della truffa fotografica e che metteranno a dura prova la tua incredulità!

10) La poltrona preferita non si abbandona

foto-ghost9

Hai anche tu un posto preferito in casa che ritieni essere il più comodo di tutti? Se la risposta è sì, allora comprenderai Lord Combermere, comandante di cavalleria britannica che morì nel 1891, dopo essere stato investito da una carrozza. La foto che ti mostriamo è stata scattata il giorno del funerale del comandante stesso da Sybill Corbet, fotografa ingaggiata dalla famiglia per immortalare gli ultimi istanti dei parenti col defunto. Mentre tutti si trovavano al funerale del comandante, a circa 7 km di distanza dalla dimora, Sybill aveva approfittato della tranquillità della casa per scattare una foto al posto preferito del defunto. Il risultato dell’esposizione (lunga 1 ora!) ha dell’incredibile: sulla poltrona, siede una figura con i capelli bianchi, il colletto, la giacca scura e il braccio appoggiato. Insomma, Lord Combermere non voleva abbandonare la sua sedia preferita!

Siamo solo alla prima foto: quali saranno le prossime incredibili e spaventose foto che rivelano la presenza di spiriti nel mondo dei vivi? Prosegui nella lettura!  

9) La signora del giardino di Bachelor

Il giardino di Bachelor è un cimitero abbandonato che si trova nella zona suburbana sud-occidentale di Chicago, Illinois. E’ conosciuto come uno dei luoghi più infestati d’America: numerosissime infatti sono state le apparizioni senza spiegazione di bagliori fluorescenti e le visioni di spiriti di persone e animali, poi svaniti nel nulla. Le centinaia di segnalazioni, che includevano fenomeni come suoni raccapriccianti e sfere di luce incandescenti, hanno spinto la Ghost Research Society (Società di Ricerca dei Fantasmi) a indagare. La foto che ti mostriamo è stata scattata proprio dalla GRS, il 10 agosto 1991

foto-ghost5

Durante lo scatto, esclusi i componenti della squadra di ricerca, sul cimitero regnavano il silenzio e la solitudine: la fotografa Mary Huff aveva optato per una termocamera ad infrarossi ad alta frequenza posizionata in una zona del Bachelor in cui erano stati riscontrati un alto numero di anomalie. Quello che vedi è il risultato dell’immagine stampata: su una pietra tombale, siede mestamente una donna, vestita di bianco.

Vedi anche tu le parti trasparenti del corpo della donna? Cosa ne pensi? Aspetta di vedere la prossima foto shock, prosegui nella lettura!

 

8) Il cowboy fantasma

A Tombstone, in Arizona, esiste il più famoso boot hill (letteralmente, “collina degli stivali”, termine americano con cui venivano indicati i cimiteri delle cittadine nel west; il riferimento è agli stivali dei cadaveri dei pistoleri che venivano seppelliti così com’erano morti) d’America. Il paesaggio è da brivido: cumuli di pietre segnalano la presenza delle tombe mimetizzate dopo più di un secolo in un luogo desertico e spettrale. Esso è conosciuto, a torto, come uno dei luoghi americani più infestati: in realtà, 1 sola è la testimonianza che rabbrividire ed è quella che stiamo per mostrarti.

foto-ghost8

Nel 1996, Ike Clanton, probabilmente un discendente del criminale Joseph Isaac (Ike) Clanton, coinvolto nella sparatoria di O.K. Corral, decide di realizzare una foto divertente nel cimitero Boot hill, vestendo i panni di un cowboy. Una volta stampata la foto, Clanton si rende conto che la foto mostra la presenza di un uomo che non c’era al momento dello scatto della foto. Incuriosito, Clanton ritorna al cimitero per rifare la foto con l’aiuto di un amico: risulta però impossibile ripetere la stessa immagine perché le gambe di qualsiasi uomo avrebbero dovuto forzatamente vedersi!

 

7) La ragazza nel fuoco

Nella cittadina di Wem aleggia un’inquietante leggenda: nel paese vive ancora lo spirito di Jane Churm. Nel 1677 Jane Churm, all’epoca solo una bambina, appiccò accidentalmente un grosso incendio che divorò l’intera cittadina e in cui anche lei rimase coinvolta. Durante un secondo terribile incendio che colpì il municipio di Wem il 19 novembre del 1995, un cittadino locale Tony O’Rahilly scattò alcune foto in bianco e nero all’edificio in fiamme.

 

foto-ghost

In una delle immagini, appare chiaramente la figura di una bambina: nessuno dei presenti ricorda la presenza della fanciulla sulla scena e il suo cadavere non è stato ritrovato. Alcuni ipotizzano, rabbrividendo, che fosse il fantasma della sfortunata Jane, ancora afflitta dai sensi di colpa che la tengono da secoli incatenata a Wem. Le opinioni sulla veridicità della fotografia sono discordanti: alcuni studiosi, valutando il negativo, affermano che non sono state effettuate manomissioni o correzioni dell’immagine, altri invece sostengono che la figura di bambina sia creata casualmente dal fumo.

Tu credi fosse proprio l’anima disperata della piccola Jane? Guarda la prossima immagine e valuta con noi la sua veridicità! Prosegui nella Gallery!

 

6) Lo spirito nel bosco

foto-ghost10

Questa foto è stata scattata nel 1959 dal reverendo R.S Blance nel Parco di Corroboree Rock, poco distante dalla seconda città più popolosa del Nord dell’Australia, Alice Spring. Nell’immagine, tra le fronde degli alberi si vede una donna trasparente: nota che la sua gonna lascia intravedere gli alberi dietro di lei!

5) I fantasmi hanno bisogno di passaggi?

foto-ghost4

Di ritorno dalla quotidiana visita alla tomba della madre, Mabel Chinnery decide di finire il rullino della sua macchina fotografica scattando delle foto al marito che la stava aspettando in auto, al posto accanto a quello di guida. Siamo alla fine degli anni Sessanta e Mabel sta per scoprire qualcosa di inquietante: in una delle foto scattate fuori dal cimitero, si può intravedere nei sedili posteriori il volto di una donna. Che fosse la madre di Mabel pronta a tornare a casa?

4) Spaventose presenze in chiesa

foto-ghost7

Nell’estate del 1954, il reverendo K. F. Ford stava scattando delle foto alla sua chiesa in Inghilterra: una volta sviluppata, l’immagine dell’altare presenta un’orribile figura incappucciata. La foto è stata analizzata più volte ed è stata ufficialmente dichiarata vera.

Sei pronto a vedere le ultime scioccanti immagini? Prosegui nella lettura! 
3) La Royal Air Force è per sempre

foto-ghost-ritoccata-

L’idea era fare una foto ricordo dello squadrone della Royal Air Force. Vista da vicino però, l’immagine rivela un particolare inquietante e misterioso: in piedi, dietro ad uno dei suoi colleghi, compare Freddy Jackson, uno dei meccanici della squadra che prestava servizio sulla flotta chiamata HMS Daedalus. Fin qui nulla di strano, peccato che Jackson fosse rimasto vittima 2 giorni prima di un brutto incidente: proprio mentre lavorava su una nave, venne tranciato dall’elica di un aereo. Numerose furono le testimonianze che davano conferma sul fatto che il volto nella foto era proprio del meccanico deceduto!

2) La terribile fine di Lady Dorothy Townshend

foto-ghost3

Lo spirito bianco che scende dalle scale della grande villa di Raynham Hall, nella campagna inglese, sembra appartenere a Lady Dorothy Townshend, moglie in seconde nozze di Lord Townshend. La giovane Dorothy però si innamorò di Lord Wharton e ne pagò le conseguenze: suo marito la scoprì e la rinchiuse in un’ala della dimora. Da qui in poi le ipotesi sulla fine di Dorothy sono molteplici: c’è chi dice che morì di stenti, chi invece sostiene che fu brutalmente seviziata dal marito, chi infine sostiene che Lord Townshend la fece credere morta per vendetta del tradimento. In qualsiasi caso sia andata, sembra che l’anima della donna vaghi ancora disperata tra quelle mura.

1) La scala verso l’al di là

foto-ghost6

L’immagine qui sotto risale al 1966 ed è stata scattata al National Museum di Greenwich, in Inghilterra. Angosciante è la figura spettrale ammantata che sembra salire le scale. Che siano le scale che conducono nell’al di là?

Ti è piaciuta la Gallery? Credi che queste foto abbiano immortalato dei veri fantasmi? Commenta e condividi sui profili dei tuoi amici su Facebook! Ne rimarranno scioccati!

(Photo credits)

Pagina 1 di 1

You Might Also Like