#VIRAL, Video

Come tenere in braccio il bebè: un tutorial per i papà

Tenere in braccio un bebè non è affatto un gioco da ragazzi. Coloro che forse hanno più bisogno di una mano per affrontare le complessità e le difficoltà del reggere tra le proprie braccia, e nel modo corretto, il proprio bambino sono gli uomini. I papà non possiedono l’istinto materno e di solito nemmeno la delicatezza propria della donne. Essi ne sono consapevoli e ciò rischia di distoglierli e di trattenerli dal contatto fisico con il bambino, fondamentale per il suo benessere psicofisico.

In loro soccorso, si è fatto avanti un giovane papà neozelandese, Jordan Watson. L’idea nasce un pomeriggio in cui Jordan viene lasciato a casa da solo con la figlia di pochi mesi: è la prima volta che si trova costretto ad affrontare la situazione senza l’appoggio e il controllo della moglie e Jordan comincia ad agitarsi. Così, chiama i suoi migliori amici per un po’ di conforto e in breve si ritrovano a parlare su come sia difficile, per un uomo, gestire fisicamente quel piccolo fagottino indifeso che si trovano davanti e che devono essere in grado di proteggere. Da lì il passo è breve per pensare di creare un tutorial su come tenere in braccio un bebè, rivolto a tutti i padri come loro. Il video è diventato virale in pochissimo tempo perché, nella sua semplicità, è di una tenerezza e simpatia disarmanti. Egli infatti affibbia a ogni posizione un nome particolare che la descrive e che può aiutare la memoria di questi poveri padri impreparati: si passa da semplici posizioni come “bisogno di prendere qualcosa e reggere il bebè” a “piccolo Gesù”, dalla “cassa di birra” a “tenere una palla da rugby”, da “uccello sul filo” all’esilarante “pannolino puzzolente per te”. Godetevi questo video!

Ti è piaciuto il video? Passaparola anche tu, aiuta i papà in difficoltà! Condividi il nostro articolo su Facebook!

 

Pagina 1 di 1

You Might Also Like