#External, #VIRAL, Gallery

Le teorie complottiste più assurde della storia (che potrebbero essere vere)

Sbarco sulla luna

Esistono diverse teorie cospirazioniste che negano lo sbarco dell’Apollo 11 sulla Luna il 20 luglio 1969. Secondo i complottisti anche la passeggiata lunare degli astronauti Armstrong e Aldrin fu messa in scena della Nasa con la complicità del governo degli Stati Uniti, una sorta di film con tanto di effetti speciali. Ma quali sono le ragioni alla base di una simile bugia storica? In primis la sfida tecnologica USA-URSS, che infiammò gli anni della guerra fredda e poi ovviamente motivi propagandistici ed economici (la spedizione avrebbe avuto costi insostenibili). Per molti la verità sta nel mezzo. La spedizione sulla luna ci fu realmente, ma la documentazione fotografica fu montata ad arte per ragioni propagandistiche, dato che ai tempi la fotografia spaziale non era sviluppata come oggi.

 

11 settembre

Per i complottisti gli attentati dell’11 settembre, dove migliaia di civili rimasero uccisi nel pieno centro di New York, sono stati pianificati dagli stessi americani con il solo obiettivo di avere una scusa per invadere l’Afghanistan. Un’altra ipotesi è che il governo americano sapesse degli attacchi ma non fece nulla per impedirli perchè sarebbero stati un comodo pretesto per entrare in guerra a difesa della democrazia occidentale.

 

Terra piatta

Sembra incredibile eppure ancora oggi sono in molti a credere che la terra sia piatta. I cosiddetti terrapiattisti sono così convinti di questa teoria che hanno fondato una vera e priopria associazione, la Flat Earth Society, per coloro che vogliono promuovere tali idee. Ovviamente per loro le teorie scientifiche ufficiali non sono altro che un complotto contro la verità.

 

Scie chimiche

Secondo i cospirazionisti saremmo continuamente esposti a scie di condensazione visibili nell’atmosfera che, attraverso il rilascio di sostanze chimiche, sono in grado di generare mutamenti climatici e di avvelenarci. Le cosiddette scie chimiche sono diventate un cult del dibattito complottista e sarebbero diffuse dai poteri forti ai danni di ignare vittime civili.

 

La morte di Paul Mc Cartney

Esiste una teoria secondo cui Paul Mc Cartney, il bassista e cantante dei Beatles, sarebbe morto nel lontano 1966 e che da quel momento sia stato sostituito da un sosia (che incredibilmente invecchia e si sposa al suo posto). I sostenitori di questa leggenda metropolitana ritengono che nei testi e nelle cover della band siano disseminati numerosi indizi che avvalorano tale teoria.

 

Sars e HIV

Secondo i complottisti virus come la Sars e l’HIV sono stati creati artificialmente in laboratorio per poterli utilizzare come arma biologica. La prima sembrerebbe creata dagli Stati Uniti per utilizzarla contro la Cina, la seconda come mezzo di controllo demografico o come arma di genocidio di massa.

 

Marylin Monroe

Attorno alla vita della bellissima attrice americana, ormai divenuta icona mondiale di bellezza, circola da sempre un alone di mistero. Ma secondo alcune teorie complottiste la sua morte non fu un suicidio ma un omicidio. Il mandante? Per alcuni la mafia, per altri Bob Kennedy. In entrambi i casi Marylin era diventata troppo scomoda.

 

Cataclismi dolosi

Secondo alcune teorie cospirazioniste alla base di cataclismi e alluvioni degli ultimi anni, tra cui il terremoto di Haiti, ci sarebbe il sistema HAARP per lo studio della ionosfera, sito in Alaska e gestito dalla Marina e dall’Aeronautica USA.

 

Rettiliani al governo

I leader politici mondiali sono una brutta razza? Non proprio, anzi. Per i complottisti sono umanoidi rettiliani, una razza aliena che ci controlla e ci manipola dall’alto, grazie a leader che sembrano simili a noi.

Pagina 1 di 1

You Might Also Like